Avevo allontanato da me gli affetti

Lasciatemi fare una premessa che sento forte e chiara: questo mio racconto parla d’amore, per me, per gli altri, per la curiosità che ogni giorno provo per vivere, amore per la vita.

Non a caso la data di ingresso in comunità (non era dell’OIKOS; ndr) è stata il 14 febbraio, giorno di San Valentino. A quel tempo neanche sapevo lontanamente che io potessi provare amore. Era un giorno peggiore di tanti altri. Quello che mi ha fatto andare avanti in quel periodo forse era la necessità di cambiare. Non lo so, di sicuro mi sentivo che avevo toccato il fondo e che non sapevo più che cosa era bene per me. Nuotavo nel male e mi sentivo sempre sporco, ambiguo, disgustoso. Avevo perso da troppo tempo la stima per me e dei miei cari. Quello che mi faceva più male era sentire di avere dei valori che non riuscivo a esprimere o praticare. Nel male cercavo il bene senza saperlo.

Nel frattempo c’è stato un primo contatto con l’amore.

CORRICASTELPLANIO!

Domenica 10 maggio alle ore 9.30 a Castelplanio (AN) vi aspettiamo per una giornata di sport, salute e solidarietà alla Gara Podistica “CORRICASTELPLANIO“!

Un percorso di 12 km al quale possono parecipare tutti gli atleti in possesso di tessere di Enti Promozionali riconosciuti dal CONI o con certificato medico di idoneità agonistica.

Pre iscrizioni entro sabato 9 maggio ore 12.00 telefonando al numero 327 7968559 o scrivendo all’inidirizzo di posta elettronica chateaux.lc@gmail.com

Per maggiori informazioni scaricare il Volantino della Prima Edizione di Corricastelplanio.

 

Raffa la Giraffa…

Come vive un bambino la Comunità Educativa? Cosa pensa? Cosa sente?
Sono queste le domande che più di frequente vengono in mente e alle quali abbiamo provato a dare riposta così: dando un foglio ed una penna ad un bambino ospite di una delle strutture Oikos, sedendosi accanto a lui, provando a raccontare una breve favola che racchiude il significato che per lui ha la Comunità…. nasce Raffa la Giraffa.

RAFFA_MAMMA_COMPRESSAC’era una volta una piccola giraffa di nome Raffa. Viveva in un paesino immerso tra colline verdeggianti, un posticino tranquillo dove tutte le famiglie di animali vivevano in armonia. Raffa viveva con il babbo che stava sempre in disparte in un angolo, e Raffaella la mamma, che le dava sempre la pappa buona da mangiare: la piccola Raffa era felice di stringere la sua mamma e bere il suo latte…
Arrivò però il giorno in cui la mamma Raffaella non ebbe più il latte, fu un bruttissimo giorno. Il giorno più brutto della vita per la piccola giraffina. La mamma non era più in grado di darle la pappa buona e di nutrirla come si doveva. Fu così che Raffa andò ad abitare con laRAFFA_LATTE_CIOTOLA_COMPRESSA famiglia delle mucche. In quella famiglia ognuno beveva il suo latte dalla scodella non dalla propria mamma, ma erano ciotole colme di buon latte che “è tanto e non finisce mai”. Allora Raffa capì che la nuova famiglia le voleva bene davvero e lì poteva crescere in armonia con le nuove sorelle mucche…

…finchè un giorno il papà, che sentiva tanto la sua mancanza, tornò a prenderla. Il papà aveva capito…”